Investimenti nel futuro: i vincitori delle borse di studio globali Timken hanno grandi progetti

Insieme

Investimenti nel futuro: i vincitori delle borse di studio globali Timken hanno grandi progetti

John Timken, presidente del consiglio, posa con i vincitori 2019 dai quartieri generali di Timken.

Ogni anno a febbraio, il CEO di Timken Rich Kyle e il presidente del consiglio John Timken radunano alcuni studenti in una sala e avviano un webcast per annunciare i vincitori del programma globale di borse di studio di The Timken Company per i figli dei dipendenti in tutto il mondo.

“L’entusiasmo è palpabile” afferma John Timken. “Spesso insieme alle loro famiglie portano con sé un insegnante preferito che li ha aiutati a raggiungere gli obiettivi. A volte ci sono anche i fratelli maggiori che hanno a loro volta vinto la borsa di studio e si prendono un po’ in giro a vicenda”.

Sebbene tutti gli studenti sappiano di aver vinto una parte dei 540.000 dollari che Timken assegna ogni anno, nessuno conosce l’importo in dollari della propria borsa di studio. I riconoscimenti vanno da un premio di 10.000 dollari una tantum a due borse di studio più importanti che sono rinnovabili fino ad altri tre anni, la borsa di studio Jack Timken da 25.000 dollari e la borsa di studio Henry Timken da 35.000 dollari.

Un momento di orgoglio in Romania

La cerimonia della borsa di studio di quest’anno ha premiato 17 studenti provenienti da sei diversi paesi: Romania, Stati Uniti, India, Germania, Cina e Regno Unito. All’inizio del programma nel 1957, i cinque destinatari provenivano tutti dall’Ohio. Due di loro erano donne. Anche quest’anno, le due principali vincitrici sono state donne, e il rapporto donne-uomini è aumentato.

Ioana Babarus (genitori Dana e Dragos) ha vinto la borsa di studio Henry Timken da 140.000 dollari di quest’anno.

Ioana Babarus di Ploiesti, Romania, ha vinto il premio Henry Timken 2019, che le offrirà fino a 140.000 dollari per le spese di sostentamento e i libri per i suoi studi presso l’Università di Versailles a Parigi, Francia. Sua madre, Dana Babarus, è una progettista di processo senior dello stabilimento di Ploiesti di Timken. “Questo premio mi permette di spiccare il volo e inseguire la mia passione”, afferma Ioana. Progetta una carriera nel campo della farmacia, sia per il suo valore pratico, sia per l’impatto che potrà avere sugli altri esseri umani. Immagina di curare le malattie del 21esimo secolo e di istituire una ONG che permetta agli studenti di farmacia di recarsi nelle comunità isolate del mondo per offrire medicinali gratuiti.

Ioana svolge con passione la sua attività di volontariato nell’ambito della quale coordina l’assistenza ai compiti per i bambini in affido. Inoltre, scrive articoli per i giornali locali, le piace nuotare e ha studiato all’estero in Cina, Giappone, Regno Unito e Francia. Sta lavorando sul suo francese dal momento che vivrà a Parigi per i prossimi quattro anni.

“Ioana ha sempre amato imparare e scoprire cose nuove”, sostiene Dana Babarus. “Mi sono sentita molto orgogliosa quando John Timken ha annunciato la vittoria di Ioana della borsa di studio Henry Timken. In quel momento mi sono resa conto che tutti i miei sforzi per offrire a mia figlia un’istruzione di qualità non erano stati inutili”.

Supporto continuo in Kansas e progetti ambiziosi in India

Charles Hill, dipendente del settore di polimerizzazione con bordo vivo presso Timken Belts a Fort Scott, Kansas, sostiene di non sapere da dove provenga il talento di sua figlia Jeanna e il suo impulso verso l’eccellenza. Ha vinto il premio Jack Timken di quest’anno per un importo fino a 100.000 dollari, che sarà utilizzato per i suoi studi presso la Emporia State in Kansas.

“È stata incoraggiata a leggere”, afferma Hill. “Mia moglie leggeva tantissimo per lei e anche io la incoraggiavo a usare le sue doti per cercare di vincere le borse di studio invece di dedicarsi allo sport. Questo cammino sicuramente ci ha ripagati e ne siamo felici. Siamo così fortunati”.

Jeanna Hill (genitori Charles e Cheryl) ha vinto la borsa di studio Jack Timken 2019 dell’importo di 100.000 dollari.

Jeanna prevede una doppia specializzazione in inglese e matematica. Nonostante i risultati eccellenti in matematica, ama anche scrivere e sta lavorando sodo per finire il suo primo romanzo. È anche un’assidua musicista, suona il flauto e l’ottavino, e ricopre posizioni di leadership nella banda della scuola.

Jeanna attribuisce il suo successo al duro lavoro e al continuo supporto dei suoi genitori. “Credo di aver sviluppato la perseveranza di mio padre”, afferma. “Non è uno che si arrende”.

Un altro vincitore, Ayush Gupta di Jamshedpur, India, prevede di utilizzare la sua borsa di studio da 40.000 dollari per seguire le orme del suo eroe, Satya Nadella, CEO di Microsoft. Come Nadella, inizierà con una laurea in ingegneria in una scuola indiana e poi proseguirà gli studi universitari negli Stati Uniti o in Germania.

Tutti e tre i vincitori che abbiamo intervistato hanno dimostrato di avere progetti ambiziosi per il loro futuro, ma anche una grande umiltà e gratitudine per le opportunità che sono state concesse loro. “Io lavoro duramente”, afferma Gupta. “Non credo di essere il migliore né niente di simile”.

Opportunità educative per le comunità Timken

The Timken Company ha una lunga tradizione di supporto all’istruzione, iniziata nella città natale della società di Canton, Ohio, dove venne creata in origine la scuola tecnica Timken High School.

“Credo che i membri della famiglia si siano resi conto che, sebbene i lavori cambiassero nel corso degli anni, essi desideravano offrire delle opportunità alle comunità locali per trarre vantaggio dalle nuove tecnologie e restare aggiornati sullo scenario occupazionale”, afferma John Timken.

La società ha preso a cuore la tradizione dell’apprendimento continuo man mano che la Timken si è ampliata nel mondo, creando centri di formazione e strutture scolastiche Timken in diversi paesi. La società ha assegnato oltre 23 milioni di dollari di borse di studio globali grazie al Timken Educational Fund dal 1958.

In quanto presentatore del programma di borse di studio, John Timken riceve molte parole di ringraziamento dai destinatari. “È gratificante e commovente riceverle” sostiene, “ma nessuno alla The Timken Company ha alcuna influenza sui possibili vincitori”.

I destinatari delle borse di studio vengono scelti da un amministratore del programma imparziale secondo i criteri di The Timken Company, come i risultati accademici, la dimostrazione di leadership, la partecipazione ad attività scolastiche e nella comunità, i riconoscimenti, l’esperienza lavorativa e gli obiettivi educativi e professionali.

Un investimento nei dipendenti e nelle loro famiglie

Ayush Gupta prevede di ottenere una laurea in ingegneria e dei master.

Gli allievi Timken si aggiudicano i riconoscimenti grazie al duro lavoro e all’impegno a restituire qualcosa agli altri. Come dichiarato da Kyle nel suo discorso di apertura durante la cerimonia, il centro del programma è “incoraggiare la prossima generazione di leader affinché ottenga le conoscenze necessarie per rendere il mondo un luogo migliore”.

Tale etica chiaramente inizia a casa. Anche al telefono è possibile percepire i forti legami che questi dipendenti Timken hanno con i propri figli. Jeanna Hill e suo padre adorano guardare insieme i film con i supereroi e chiaramente hanno creato un fan club reciproco. Ioana Babarus sostiene che sua madre sia la sua migliore amica, che le ha insegnato sin dalla tenera età la differenza tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, incoraggiandola a fare volontariato.

Ayush Gupta afferma che suo padre rappresenta il suo insegnante e la sua influenza principale. “Mi parla della sua vita” racconta, e quelle storie non passano mai di moda. “Ogni volta che le ascolto resto affascinato”.

Per The Timken Company, le borse di studio sono un investimento nei dipendenti e nelle loro famiglie, afferma John Timken. “Si tratta di riconoscere la qualità dei nostri dipendenti. Loro sono il motivo per cui l’azienda dimostra la sua eccellenza da 120 anni”.