Un’altra giornata di scattering dei neutroni: i ricercatori Timken presentano un’attività rivoluzionaria

Insieme

Un’altra giornata di scattering dei neutroni: i ricercatori Timken presentano un’attività rivoluzionaria

La qualità dei prodotti e servizi di un’azienda è direttamente connessa alla qualità delle sue persone, e sono necessari tempo e impegno per sviluppare una forza lavoro eccellente. Ecco perché i leader Timken pongono l’accento non solo sull’identificazione di dipendenti intelligenti e diligenti, ma anche sul loro incoraggiamento a favorire i progressi nel proprio campo.

Vikram Bedekar e Rohit Voothaluru sono degli esempi eccellenti. Entrambi sembrano condurre vite abbastanza tranquille da ingegneri presso lo stabilimento Timken di Canton, Ohio. Conoscendoli un po’, tuttavia, inizierete a sentir parlare delle opportunità che le carriere hanno concesso loro: viaggiare in tutto il mondo per presentare attività innovative, gomito a gomito con premi Nobel, aggiudicandosi premi internazionali e conducendo esperimenti negli stessi laboratori in cui i ricercatori stanno compiendo progressi nel settore dell’informatica quantistica e della medicina nucleare.

Ricerca innovativa presso uno stabilimento all’avanguardia

Bedekar e Voothaluru sono coautori di un documento del 2018 pubblicato in seguito alla ricerca condotta presso l’Oak Ridge National Laboratory (ORNL) del Dipartimento di energia statunitense del Tennessee. L’ORNL è stato istituito nel 1943 ed è uno dei pochi stabilimenti al mondo ad offrire apparecchiature per lo scattering di neutroni. Per creare i neutroni, bisogna essere in grado di eseguire la fissione nucleare e non si tratta di un’operazione che può essere eseguita né tentata da molti laboratori di scienze dei materiali.

L’origine della ricerca sui neutroni del team Timken risale al 2015. Un team di tecnologi che si occupava dello sviluppo di tecnologie avanzate per il trattamento termico per il nuovo stabilimento dell’azienda di Prahova, Romania, doveva analizzare gli effetti degli stress generati durante il nuovo processo produttivo. Tornati nel laboratorio di R&S di Timken, Bedekar e Voothaluru utilizzarono i raggi x per identificare le distorsioni delle parti, ma i raggi x raggiungevano solo i 200 micron sotto la superficie.

L’analisi ai raggi x non aiutò il team a comprendere e modificare i fattori di stress nelle parti più spesse del cuscinetto senza tagliarne l’anello, una fase che distruggeva la radianza della superficie. “C’era una lacuna tecnica nel settore dei cuscinetti”, ha affermato Voothaluru. “Nessuno l’aveva risolta”.

Il team fece richiesta di condurre la ricerca sull’argomento presso l’High Flux Isotope Reactor (HFIR) di Oak Ridge, che offre le risorse nel campo dei neutroni più rapide al mondo, e questa fu accettata. Più un neutrone viaggia veloce, maggiore è la penetrazione, spiega Bedekar. I neutroni non trasportano una carica elettrica, una caratteristica che consente loro di attraversare il materiale senza comprometterlo né essere compromessi da esso. Durante tale processo, rivelano informazioni sulla struttura e sulla proprietà dei materiali.

Servendosi dello strumento Neutron Residual Stress Mapping Facility di HFIR, Bedekar e Voothaluru hanno sviluppato dei modelli per stimare in maniera quantitativa le distorsioni derivanti dagli stress di produzione. “Ora abbiamo una baseline che possiamo usare per prevedere le distorsioni dello stress di produzione per qualsiasi prodotto realizzato in un processo di lavorazione sottrattivo”, ha affermato Voothaluru. “Siamo stati i primi a farlo”.

I vantaggi professionali di lavorare per un pioniere del settore

La Timken si distingue per il supporto di tale ricerca e per il suo impegno nei confronti dell’innovazione del prodotto continua e avanzata. Prima della partecipazione di Bedekar allo studio sui neutroni, egli fu coinvolto in un altro studio ORNL che analizzava il modo in cui gli atomi si spostavano vicino alla superficie delle parti delle macchine. “Nessuno lo aveva fatto prima”, ha dichiarato.

Questa opportunità è enorme per i giovani tecnici che cercano di lasciare il segno nel primo lavoro dopo l’università. “È entusiasmante pensare a costruire una carriera sulla base del bagaglio di esperienza di Timken”, ha affermato Voothaluru. “Timken è un leader globale nel settore della tecnologia dei cuscinetti e vi è l’opportunità continua di contribuire alla creazione di un’azienda all’avanguardia”.

Sebbene il lavoro sia di per sé entusiasmante, Bedekar e Voothaluru apprezzano i viaggi e i riconoscimenti che derivano dalla pubblicazione e dalla condivisione dei risultati. Entrambi partecipano attivamente alle organizzazioni di ingegneri, come l’International Academy for Production Engineering (CIRP) di Parigi e ASM International.

Da sinistra a destra: Rohit Voothaluru, esperto per lo sviluppo del prodotto, e Vikram Bedekar, esperto dei materiali.

La presentazione dei rapporti pubblicati ai colleghi delle organizzazioni è sempre un momento importante per la carriera. “Spesso ci sono cento o duecento studenti e professori nella stanza che provengono dalle migliori università del mondo”, ha dichiarato Bedekar. “Gli studenti pongono domande e le discussioni possono diventare abbastanza animate. È una grande conferma del proprio lavoro”.

Durante le conferenze del settore, i due dipendenti spesso si trovano gomito a gomito con luminari del settore. “Ho incontrato una coppia di premi Nobel”, afferma Voothaluru. “Essere coinvolti in queste organizzazioni internazionali ci offre rilievo nella comunità scientifica e accesso alle più recenti ricerche accademiche”.

Entrambi hanno anche vinto dei premi grazie al loro lavoro. Nel 2014, Bedekar ha ricevuto la F.W. Taylor Medal CIRP per la ricerca completata come parte del suo dottorato di ricerca presso la Ohio State University. Il premio, che riconosce le ricerche eccellenti da parte di scienziati di età inferiore ai 25 anni, è stato conferito solo a otto americani in 65 anni.

Lo scorso anno, Voothaluru è stato inserito nella classe “40 Under 40” di Heat Treat Today del 2018, per il suo contributo nel settore del trattamento termico. Anche altri due tecnici Timken, Wei Guo e Lee M. Rothleutner, hanno ricevuto questo onore.

Di recente, Bedekar è stato selezionato come intermediario per un gruppo di utenti ORNL e incaricato della promozione del coinvolgimento nel settore dell’ORNL. “Solo quattro o cinque aziende hanno avviato degli studi qui”, afferma. “Timken è speciale perché non solo conduciamo ricerche, ma andiamo fino in fondo e pubblichiamo il nostro lavoro”.

Mentoring degli studenti nel mondo

Il coinvolgimento di Timken con le organizzazioni internazionali e gli istituti accademici ripaga in un altro importante modo: rende più semplice identificare studenti laureati svegli che svolgano un lavoro che possa essere prezioso per l’azienda. Sia Bedekar che Voothaluru fanno da mentori per gli studenti delle istituzioni nel mondo.

“Quando ci rechiamo alle conferenze, incontriamo persone che svolgono attività analoghe”, ha affermato Bedekar. “C’è sempre un problema che stiamo cercando di risolvere e a volte questi problemi richiedono un lavoro essenziale che potrebbe dar luogo a una buona tesi di dottorato”. Timken sponsorizza gli studenti che svolgono un lavoro significativo nei campi che potrebbero rivelarsi preziosi per l’azienda, collaborando con le università e i professori che supervisionano la ricerca.

Bedekar e Voothaluru apprezzano il programma di sponsorizzazione degli studenti di Timken perché è così che hanno iniziato in azienda. Entrambi sono arrivati nelle università statunitensi dall’India a 20 anni per poi lavorare con i ricercatori di Timken durante i dottorati di ricerca.

Entrambi apprezzano il fatto che Timken offra problemi stimolanti da risolvere e opportunità importanti per far avanzare le loro carriere. Inoltre, apprezzano la cultura della diversità dell’azienda. “Non si tratta solamente di una questione di diversità geografica, sebbene certamente questo sia un altro vantaggio”, ha dichiarato Voothaluru. “Tendiamo a promuovere altresì la diversità del modo in cui pensiamo, favorendo una straordinaria dinamica collaborativa.”

In un’era nella quale è raro che i dipendenti restino in un’azienda per più di qualche anno, non è insolito che i dipendenti Timken trascorrano buona parte delle loro carriere in azienda.

“Spingiamo continuamente i limiti della scienza e della comprensione, ottenendo conoscenze senza precedenti”, ha affermato Bedekar. “Per fare ciò, impieghiamo le strutture più all’avanguardia in tutto il mondo. Questo rende entusiasmante ogni giorno”.